Senza scattare non so stare.

Dal 10 marzo l’emergenza covid-19 mi ha reclusa in casa.


Questa situazione mi tiene lontana dalle persone che amo, dai posti che sono solita frequentare, dalle ragazze che alleno, dalle palestre affollate in giorno di gara, mi tiene lontana dall’ufficio e mi preclude la maggior parte del mio lavoro.


Chiusa dentro casa mia, chiusa fuori dalle case degli altri, quelle con cui ho un rapporto così “sentimentale”….


Non mi dilungherò sulle ricadute economiche che questo sta avendo. La verità è che le case mi mancano.
La verità è che senza scattare non so stare.

E allora… Ho pensato a ciò che mi mette più in difficoltà quando devo valorizzare una casa: le camerette!
Ed ho pensato che in fondo una casa a disposizione ce l’ho: la mia (che naturalmente è la più trascurata di tutte)…


Ne sono nate 2 o 3 mood board un po’ atipiche, perché non tutte sono fotografate dall’alto, in cui ho cercato di abbinare oggetti e colori affinché possano essere di ispirazione per le prossime che visiteró.

La prima è chiaramente declinata al maschile con toni blu ma anche più caldi arrivando al bordeaux. Ho ritenuto importante mantenere alcuni oggetti della sfera infantile, come il peluche, un pallone o oggetto sportivo, un libro illustrato, una lampada a stella, perché le camere dei bambini troppo neutre secondo me sono un po irreali.

La seconda è un parallelo declinato al femminile: romantica e un po’ sognatrice ma non stucchevole. La palette si basa sul rosa e sul bianco naturalmente con un picco fucsia stemperato da altri toni pastello. Anche qui qualche elemento caratterizzante: un peluche, il libro della buonanotte, il tutto con affaccio su un giardino verde. Tocco romantico: la cornice effetto pizzo ed un vaso di peonie.

L’ultima è la più tradizionale, pensata per un pubblico più adulto, si gioca su toni classici come il blu e il bianco che ci comunicano freschezza e relax. Una lampada di design, qualche Margherita, cuscini in tono arricchiscono e scaldano l’ambiente.

Spero possano essere utili anche a voi, cari i miei due lettori… Io mi sono tenuta in allenamento e alla fine sorridevo…

Anche voi fate prove di decoro a casa? Avete già un progetto di restyling in mente? Siete in piedi sulla scala che tinteggiate proprio ora? Fatemi sapere nei commenti!

Per stare bene…

Navigando su IG questa mattina, mi sono imbattuta nelle stories di un’agenzia immobiliare (immobiliare_marangoni di Torino) che seguo e stimo per il suo modo di usare i social e per il gusto con cui parla, scrive, filma…bhe, chiedeva di postare le foto di angoli della nostra casa che in questo clima di tensione, preoccupazione e cambiamento ci fanno stare bene. Ci ho pensato un po’ e poi … ho scelto questa foto.

“Per sentirmi meglio in questi giorni guardo dentro questa scatola, che contiene piccoli stupidi oggetti che amo: fiori, vasetti, cuscini, coperte, vassoi, tazzine … e soprattutto la grande passione che muove il mio lavoro. Guardo queste futili cose e aspetto col sorriso il giorno in cui tornerò ad allestire una casa, a cercare la luce ed il taglio della foto migliori, per realizzare 2 desideri in uno: vendere e comprare (o affittare) una casa.”

Se desiderate conoscermi e valutare un servizio di home staging e/o di fotografia professionale, comunque, potete contattarmi fin da subito: potremo iniziare ad analizzare l’immobile, elaborare un progetto, scegliere una moodboard e valutare insieme come procedere in sicurezza!